Liceo Ariosto Ferrara

PROGETTIAMO I PROSSIMI CENTOCINQUANTANNI

  • Full Screen
  • Wide Screen
  • Narrow Screen
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size
Warning
  • EU e-Privacy Directive

    Questo sito usa cookie per gestire l'autenticazione, la navigazione, e altre funzioni. Usando il sito acconsenti che questo tipo di cookie siano caricati sul tuo computer.

    Leggi l'informativa privacy

Giorno della Memoria 2019

E-mail Stampa

Giovedì 24 gennaio, 11:30 - 13:10, Atrio Bassani

La notte dell’eccidio

Performance teatrale della classe 4^ Y

Guidati dalla responsabile del Museo del Risorgimento e della Resistenza, la storica Antonella Guarnieri, e dalla regista Alessia Passarelli, in collaborazione con la docente Alessandra Guidorzi, gli alunni della classe 4 Y hanno approfondito la conoscenza dei fatti storici relativi all’eccidio del Castello Estense, ponendo particolare attenzione alle biografie di Pasquale Colagrande e Gerolamo Savonuzzi. Il dato storiografico, integrato con la visione del film di Florestano Vancini “La lunga notte del ‘43”, fondamentale per ricostruire il contesto storico ed emotivo di quei fatti, è stato per i ragazzi il punto di partenza per una riflessione che li ha portati ad interrogarsi sull’aspetto più umano ed emozionale delle vicende affrontate.

 

Sabato 26 gennaio, 11:15 - 13:10, Atrio Bassani

Le musiche …interrotte!

Memorie delle antiche comunità ebraiche dell’Est Europa, danzate, suonate e cantate.

Concerto dell’Orchestra del Baluardo diretta da Elio Pugliese

Il concerto dell’Orchestra del Baluardo disegna un viaggio sonoro attraverso le diverse musiche che compongono l’universo klezmer e quello della canzone yiddish. I brani provengono da numerose e anche distanti regioni dell’Europa centrorientale e dei Balcani, con l’obiettivo di dare conto della varietà e ricchezza di questo repertorio (canzoni d’amore, canti religiosi, danze, canti narrativi). Saranno proposti brani integralmente strumentali ed altri cantati, eseguiti, insieme all’orchestra, da un piccolo ensemble curato e diretto da Marco Ferrazzi. Per l’occasione, verranno inoltre eseguiti alcuni brani cantati e danzati dagli allievi delle classi 3^ Y, 3^ W e 3^ Q formati dai maestri Elio Pugliese e Marco Ferrazzi, per il canto, e da Isabella Gallesini, dell’Associazione MusiJam di Ferrara, per la danza. Tra un brano e l’altro, brevi commenti dello stesso direttore accompagneranno i partecipanti in un viaggio sonoro, attraverso le storie narrate dalle canzoni, le emozioni evocate dalle musiche e altri spunti provenienti dall’universo della cultura yiddish. L’obiettivo dell’orchestra è quello di riportare in vita la ricchezza di una cultura europea di inizio ‘900, tragicamente interrotta dalla Shoah.


Lunedì 28 gennaio, 8:30 - 13:00, Atrio Bassani

Maratona di musica e lettura

Nell’arco della mattinata verranno proposte letture, esecuzioni musicali ed esperienze di “Viaggi della Memoria”.

 

Lunedì 4 febbraio, 11:15 - 13:10, Atrio Bassani

Una storia vicina

Testimonianza di Alberto Colombo e Annalisa Bemporad

Inquadramento storico di Antonietta Molinari

Attraverso una ricostruzione ricca di ricordi d’infanzia, memorie familiari e ricerche storiche, Alberto Colombo, architetto milanese classe 1940, ripercorre, insieme alla moglie, le vicende dei nonni paterni, il monzese Alessandro Colombo e la ferrarese Ilda Zamorani, entrambi ebrei, deportati ad Auschwitz nel dicembre 1943 e subito assassinati. A lungo represso il ricordo, Alberto, diventato egli stesso nonno, comprende, dopo tanti anni, lo straordinario legame che lo univa a quei nonni e decide di rompere il silenzio su quella storia a lui così vicina.

Sei qui: Home